Ristorante Osteria dei Fiori - Macerata
Osteria dei fiori, un ristorante che vi farà scoprire Macerata a tavola
Chi siamo
I Piatti
Dove siamo
I Vini
Ospitalità e catering
Dicono di noi
Newsletter ed email
Le ricette di Iginia
Le Novità

 

english

seguici su:

Seguici su Facebook

Attestati e riconoscimenti

Il venerdì di Repubblica

Numero 1095 - 13 marzo 2009


Mangia & bevi - Dolce vita
di Gianni e Paola Mura


Il ristorante
A Macerata, un locale semplice che propone piatti della tradizione realizzati con prodotti locali

Qui tutto parla marchigiano: con orgoglio, senza pregiudizio

Con l’arrivo del trio Carducci nel 1980, questo simpatico locale nel centro storico, a duecento metri dallo Sferisterio, ha preso metaforicamente il largo. Con radici contadine sui Monti Sibillini (Gualdo), i Carducci propongono una cucina strettamente provinciale e una carta dei vini esclusivamente marchigiana. Orgoglio senza pregiudizio.

Dei tre fratelli, Iginia sta in cucina, Paolo e Letizia, entrambi sommelier; nella piccola sala (trenta coperti più venti esterni, nel suggestivo vicolo). Chiaro che molta acqua è passata sotto i ponti da quando Antonio Nebbia scrisse Il cuoco maceratese. Molta acqua, e molti anni (330 per l’esattezza). La cucina di cucina Iginia si fa apprezzare non solo per la fedeltà al territorio (nessuna o quasi delle materie prime arriva da fuori provincia) ma anche per la saggezza di fondo (nel dosaggio dei sughi, negli accostamenti vegetali) e la precisione delle cotture. Il menù-degustazione del territorio (quattro portate) costa 25 euro. Poco di più si spende alla carta e possiamo serenamente parlare di buona cucina a buon mercato. Su prenotazione (consigliabile sempre, viste le dimensioni) si fa anche dopoteatro. A richiesta, menù vegetariano e, per celiaci, senza glutine.

Qualche piatto: panzanella alla maceratese con ciauscolo, pizza di formaggio con salame lardellato e sottoli, frittata al tartufo nero, tagliolini pelosi (senza uova) al sugo finto (guanciale, ceci, pomodoro), i classici vinci sgrassi (lasagne al forno), millefoglie di polenta con funghi e formaggio, risotto alle erbe aromatiche (molto buono), coniglio in porchetta con finocchio selvatico, agnello in fricassea con carciofi, filetto di maiale con salsa al vino cotto.

Dolci di casa: semifreddo al miele, mousse di cannella con pera cotta nel vino rosso, semifreddo al caffè e Mistrà, servito con un bicchierino di Mistrà Varnelli, l’anice secco che dal 1868 è vanto delle Marche.

Certificazione del marchio Ospitalità Italiana per l'anno 2013

Ristorante Osteria dei Fiori
Via Lauro Rossi, 61- 62100 Macerata
Tel. 0733-260142
p.iva 01446440438